Tartarughe marine, boom di volontari-turisti in Sicilia per salvare le Caretta caretta

Vacanze ecosostenibili a costo ridotto e all’insegna della tutela dell’ambiente in Sicilia. Arrivano da tutta Italia i «volontari-turisti» per partecipare ai campi attivati per la protezione delle tartarughe marine tra natura e divertimento. Una volta arrivati nelle riserve i volontari si alternano per coprire delle postazioni fisse in spiaggia dove forniscono informazioni e materiali divulgativi ai visitatori e fanno in modo che oggetti dei quali è vietato l’ingresso o l’uso vengano depositati prima di accedere in riserva. In spiaggia sorvegliano i nidi deposti diventando punto di riferimento per quanti vogliono conoscere la biologia riproduttiva delle Caretta caretta e svolgono attività di sensibilizzazione per orientare la fruizione della spiaggia.
Sono tre i campi attivi in Sicilia dal primo luglio a metà ottobre. Anche per l’estate 2013 la riserva naturale orientata dell’Isola dei Conigli a Lampedusa gestita da Legambiente propone «a chi abbia voglia di trascorrere in modo utile e responsabile parte del proprio tempo libero l’opportunità – spiega l’ambientalista Francesco Sanguedolce – di un’esperienza unica partecipando da protagonista ai campi di volontariato per la tutela del sito di ovodeposizione della tartaruga Caretta caretta, specie protetta perché rara e minacciata di estinzione».

Per informazioni chiamare il numero 0922971611. A organizzare il campo nella riserva di Torre Salsa è invece il Wwf. «Un progetto di tutela ambientale e di salvaguardia della tartaruga marina Caretta caretta che è un’esperienza unica – spiega Gerlando Callea, del Wwf – per chi ha voglia di trascorrere in modo divertente e responsabile 10 giorni delle proprie vacanze estive. Partecipare è semplice: basta essere maggiorenni, tesserati Wwf, amanti della natura e aver voglia di vivere un’esperienza unica e indimenticabile all’insegna di sole mare e nuove amicizie». Per informazioni: 0922818220.
Campi di ricerca attivati anche nelle Eolie dal Filicudi WildLife Conservation, le cui principali attività sono orientate alla ricerca e al monitoraggio delle tartarughe marine con lo scopo di tutelare queste specie nelle isole più occidentali dell’Arcipelago eoliano: Filicudi, Salina e Alicudi. Info al 3494402021. (www.gds.it)

Nella foto Marilena La Porta, Domenico Baccarella e Debora Catalano, di San Biagio Platani, davanti al nido delle Caretta a Siculiana Marina.