Naufragio al largo delle coste libiche: 22 i migranti salvati, in corso le ricerche di eventuali dispersi

Nel pomeriggio di oggi la Guardia costiera di Palermo riceveva una richiesta di aiuto, a mezzo telefono satellitare, da parte di un’unità con a bordo migranti. La Centrale operativa di Roma localizzava il punto di origine della segnalazione a 29 miglia al largo dalle coste Libiche e, dopo aver sentito le autorità di Tripoli, dirottava sul posto di due navi mercantili in navigazione nelle vicinanze, entrambe di bandiera panamense. Una di queste, la Gaz United, durante la fase di ricerca dell’unità con a bordo i migranti, avvistava in acqua un gruppo di 4 persone e successivamente un altro di 16, procedendo al loro salvataggio. La stessa unità, rinveniva in seguito il relitto di un gommone semi affondato. La seconda nave, la Gaz Sinergy, avvistava e recuperava a bordo altre 2 persone. Allo stato attuale risultano complessivamente 22 i migranti i salvati, mentre proseguono le attività di ricerca di eventuali ulteriori naufraghi. La Guardia costiera italiana ha dirottato sul posto altre 2 unità mercantili: la motonave italiana Eleonara Lembo e la nave Kornati, di bandiera maltese. Al momento, due motovedette della Guardia Costiera di Lampedusa stanno operando in soccorso di un’altra richiesta di aiuto da parte di migranti, sopraggiunta nel frattempo.