“Scongiurare aumento Irpef a danno dei siciliani”, appello di Voce Siciliana

“Scongiurare l’aumento dell’Irpef a danno dei siciliani”. Il consigliere comunale di Agrigento Antonio Cicero “condivide la proposta del deputato regionale Michele Cimino, leader di Voce Siciliana, di lanciare una petizione popolare da indirizzare ai ministri siciliani Alfano, D’alia,Trigilia e al Presidente del Consiglio dei Ministri Enrico Letta, affinché si eviti l’aumento dell’Irpef in Sicilia. Rischierebbero -dichiara il consigliere Cicero – di rimanere solo le briciole del miliardo di euro che la Regione Siciliana dovrebbe ricevere in prestito dallo Stato per pagare i debiti che ha nei confronti delle imprese private, per di più’ al caro prezzo dell’incremento dell’addizionale Irpef che invece graverebbe esclusivamente sulle tasche dei contribuenti siciliani. Questo accadrebbe – continua Cicero – perché i creditori per la maggior parte sarebbero imprese multinazionali che ovviamente non versano le imposte in Sicilia come anche altre aziende che pur essendo italiane, hanno la sede legale al di là dello stretto. Pertanto – aggiunge Cicero – è assolutamente necessario scongiurare l’aumento dell’Irpef, evitare in tutti i modi di mettere le mani in tasca ai siciliani, perché la Sicilia è la regione con il prelievo fiscale più alto d’Itali! Quindi un no senza indugi – conclude il consigliere di Voce Siciliana – ma piuttosto interventi di sostegno ai consumi per far ripartire l’economia e la produzione, condizione vitale per lo sviluppo dell’isola”.