“Operazione spiagge libere” a Lampedusa, sequestrata attrezzatura balneare

Operazione ‘spiagge libere’ a Lampedusa, nell’agrigentino. Vigili urbani, carabinieri, polizia e guardia di finanza hanno passato al setaccio stabilimenti balneari e lidi, sequestrando numerose attrezzature balneari tra sdraio ed ombrelloni. “Da tempo – spiega all’Adnkronos il sindaco Giusi Nicolini – si verificano situazioni di abuso da parte di alcuni privati, che pensano di poter privatizzare un bene, la spiaggia, che invece e’ di tutti. Deve essere chiaro che questa Amministrazione non tollerera’ simili atteggiamenti. Si tratta di un problema cristallizzato negli anni, ma che non puo’ piu’ essere ignorato. Ci sara’ tolleranza zero – conclude il primo cittadino – nei confronti di chi pensa di privatizzare le coste”. (Adnkronos)