Centro ambiente Siculiana, solidarietà al figlio del boss volontario del Wwf

Solidarietà da parte di amici, conoscenti e parenti su facebook a Leonardo Caruana dopo le polemiche legate alla sua attività nel Wwf che nei giorni scorsi ha inaugurato il centro per l’ambiente e la legalità proprio in un immobile confiscato al padre, il presunto boss Gigi Caruana. I mancati chiarimenti sull’assunzione a tempo determinato del trentaquattrenne siculianese, ambientalista, incensurato, da parte del Wwf ha provocato la rottura con le associazioni ambientaliste dell’Ats (Marevivo e Legambiente) a cui era stato assegnato il bene realizzato dal Consorzio agrigentino legalità e sviluppo. L’inaugurazione “solitaria” del Wwf ha riacceso le polemiche che tirano in ballo il figlio del boss da qualche anno tra i più attivi volontari ambientalisti a Siculiana, che con una lettera si è già rivolto al ministro dell’Interno Angelino Alfano chiedendogli di fare chiarezza. E mentre attacca i “politicanti ambientalisti… che impediscono la mia riassunzione dopo la scadenza del contratto” incassa sul social network facebook il sostegno degli amici. Posta Patrizia Iacono, commentando la lettera ad Alfano: “Grande Leo. Spero che tanti amici fb leggano e condividano”. Aggiunge Arianna Chiara: “Leo non ti demoralizzare e continua a dimostrare sempre, ogni giorno e con ogni azione, che sei una persona onesta”. E Francesca Marrella: “Se solo le persone ti conoscessero bene capirebbero che persona brava e dignitosa sei”. Incoraggia Anna Rita Milillo: “Forza Leonardo, non ti abbattere e lotta come hai sempre fatto peri tuoi principi. Io e Giampaolo siamo con te”. Francesco Consiglio scrive: “Grande Leonardo Caruana”. E Paola Parisi: “Ciao Leo, ti conosco da una vita, se solo sapessero quanta dignità e umanità è insita nella tua persona, sei un ragazzo come pochi, ti auguro di cuore che la tua voce sincera e onesta possa arrivare a queste persone che hanno condannato il tuo nome, ma mai la tua persona in quanto ragazzo esemplare. Ti auguro il meglio, lo meriti con affetto”. Commenta Rossano Manzella: “Sappiamo che Leonardo è una persona onesta, istruita, sensibile, di animo nobile, ma soprattutto di una profondità d’animo infinita. Lo sappiamo perchè siamo andati a scuola con lui, abbiamo giocato con lui, siamo usciti con lui, abbiamo preso il caffè con lui, abbiamo svolto attività sociali con lui, abbiamo lavorato (onestamente) con lui, abbiamo discusso con lui, e abbiamo capito che per vivere e per affermarsi nella vita, ha dovuto impiegare almeno il doppio delle forze rispetto ad altri giovani, lo sappiamo tutti che la sua persona è trasparente e splende di luce propria. Invito il popolo siculianese ed oltre a dire la sua su questa vicenda perchè sappiamo tutti che è la verità”. Scrive Sandra Parisi: “Non ti curar di loro ma guarda e passa, mai citazione fu così perfetta come in questo caso”.
Calogero Giuffrida
Da: Giornale di Sicilia