Pistola trovata tra gli scogli a Siculiana Marina, indagano i Ris di Messina

Tra ricci e polipi una pistola è stata ritrovata ieri da un sub tra gli scogli del mare di Siculiana Marina. L’arma, completamente incrostata, è stata rinvenuta durante un’immersione nelle acque vicine alla zona del porticciolo turistico. La pistola è stata consegnata ai carabinieri della locale stazione diretti dal maresciallo Alfonso Intilla. Dopo i primi accertamenti da parte dei carabinieri della sezione scientifica della compagnia di Agrigento, diretta dal capitano Giuseppe Asti, verrà inviata ai carabinieri del Ris di Messina per ulteriori esami finalizzata ed individuarne l’origine ed eventuali usi di natura criminosa. Bisognerà intanto risalire alla matricola, ammesso che non sia stata cancellata, e che al momento risulta coperta da ruggine e incrostazioni. A quanto pare la pistola assomiglia a una semiautomatica del tipo Beretta 7,65 ma potrebbe anche essere un’arma molto datata, probabilmente inglese e risalente al periodo dopo la seconda guerra mondiale.