Escalation di furti ad Agrigento, ladri scatenati nel mese di agosto

Vanno in vacanza nella settimana di ferragosto e al rientro si accorgono subito della “visita” dei ladri. Nella loro abitazione di via della Rosina a San Leone tutto era stato messo a soqquadro. Erano stati spostati i mobili e anche i quadri. A quanto pare i banditi, entrati forzando la porta d’ingresso, cercavano la cassaforte ma si sono dovuti accontentare dei preziosi in oro trovati nella casa. Il valore complessivo del bottino ammonta a oltre dodici mila euro.
Il colpo – su cui indagano i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Agrigento agli ordini del tenente Rosario Iozza – sarebbe stato messo a segno fra l’11 e il 13 agosto mentre i proprietari della villetta a San Leone erano in vacanza fuori.
E’ l’ennesimo furto nella città dei templi dove soprattutto in questo mese di agosto i ladri si sono scatenati dando filo da torcere agli investigatori.
Il 9 agosto scorso irruzione di ladri al primo piano di una palazzina in via Pasolini, una traversa del centralissimo viale Leonardo Sciascia del Villaggio Mosè. I malviventi hanno portato via 650 euro in contanti e una fotocamera dal valore di circa 200 euro.
Il 5 agosto furto in un appartamento di via La Loggia a Villaggio Mosè. Ignoti malviventi, di sera, approfittando dell’assenza dei proprietari, hanno scassato la porta della veranda e sono riusciti ad entrare nella casa. Dopo aver messo tutto a soqquadro hanno arraffato tutti i gioielli in oro e i soldi in contanti che erano custoditi all’interno dell’abitazione, “bottino” da 3.500 euro.
Il 2 agosto ladri in azione in via Atenea. Due i furti che sono stati messi a segno in due diversi locali nel pieno centro cittadino. Nel noto negozio di dolciumi “Lecca Lecca” sono stati rubati i soldi in contanti che erano all’interno del registratore di cassa: centocinquanta euro in banconote e cento euro in monete. L’altro furto è stato commesso ai danni di una galleria d’arte che si trova in uno dei vicoli della centralissima via Atenea. Non sono stati rubati dei soldi e nemmeno quadri e oggetti artistici, i ladri hanno portato via con loro solo un monitor che poi hanno abbandonato in strada ed è stato ritrovato. Su questa escalation di furti che va avanti ininterrotta dai primi del mese agosto tenteranno di fare luce le indagini avviate dai carabinieri della compagnia di Agrigento coordinati dal capitano Giuseppe Asti.