Tentata rapina ad Agrigento, anziana mette in fuga i banditi

Vengono sopresi da due extracomunitari che riescono ad entrare nella loro abitazione e vengono minacciati a quanto pare con un coltello. Momenti di terrore per una coppia di anziani di Agrigento. “Soldi, soldi, soldi”, è l’unica parola pronunciata dai rapinatori che a volto scoperto hanno preso di mira due anziani agrigentini, marito e moglie, facendo irruzione ieri mattina nella loro casa in via Santa Marta, nel centro storico di Agrigento. La moglie, però, cominciando a urlare è riusciuta a liberarsi e ad affacciarsi al balcone per chiedere aiuto. Così i due banditi sono stati costretti alla fuga e la rapina è andata in fumo. Sul posto sono giunti i poliziotti della questura di Agrigento che hanno avviato le indagini. Intanto non si arresta l’escalation di furti nella città dei templi e non solo soprattutto in questo mese di agosto. Quattro giorni fa “visita” dei ladri in una villa di via della Rosina a San Leone, oltre dodici mila euro il “bottino”. Il 9 agosto scorso ladri al primo piano di una palazzina in via Pasolini, una traversa del centralissimo viale Leonardo Sciascia del Villaggio Mosè. I malviventi portarono via 650 euro in contanti e una fotocamera. Il 5 agosto furto in un appartamento di via La Loggia a Villaggio Mosè. Arraffati tutti i gioielli in oro e i soldi in contanti, “bottino” da 3.500 euro. Il 2 agosto ladri in azione in via Atenea. Due i furti messi a segno in due diversi locali nel pieno centro cittadino. Nelnegozio di dolciumi “Lecca Lecca” rubati centocinquanta euro in contanti che erano all’interno del registratore di cassa; nella galleria d’arte che si trova in uno dei vicoli di via Atenea è stato rubato soltanto il monitor di un pc poi abbandonato dai ladri durante la fuga.