Depuratori nell’Agrigentino, Girgenti Acque “pronta a investire”

“Realizzazione di nuovi impianti di depurazione, delle centraline di sollevamento, delle reti fognarie, delle reti idriche: noi siamo pronti e abbiamo tutta l’intenzione e la volontà di accelerare quanto più possibile l’iter per la realizzazione di ogni opera. Ma purtroppo siamo costretti a fare i conti con le lungaggini del sistema burocratico della pubblica amministrazione”.
E’ quanto si legge in un comunicato stampa di Girgenti Acque che prosegue: “Tanto per fare un esempio prendiamo i lavori da realizzare a San Leone che, giusto nella giornata di mercoledì, sono stati oggetto di una specifica riunione all’Ato Idrico alla quale, nonostante il periodo di ferie, si è registrata una significativa partecipazione anche se la mancanza di alcuni enti preposti ha fatto rinviare la riunione al prossimo 4 settembre, ma questo lo sapete già.
Torniamo ai lavori: realizzare una centralina di sollevamento al posto del depuratore del Villaggio Peruzzo e una rete fognaria che sposti i reflui al depuratore di Sant’Anna, annullando i pennelli a mare. Tutto questo nelle more che si costruisca il depuratore al Villaggio Mosè. In una parola sola noi definiamo questi lavori “investimenti”. E vorremmo anche procedere all’esecuzione di queste opere, dunque “investire”, prima possibile. Ed ecco anche perché saremmo lieti di rispettare i tempi imposti dalla Procura della Repubblica e l’ordinanza del sindaco per l’immediata esecuzione dei lavori. Ma, prendiamo sempre come esempio la realizzazione dei lavori a San Leone: il prossimo 4 settembre si terrà la riunione per l’approvazione tecnica del progetto che, una volta approvato, sarà trasmesso al Consiglio comunale il quale, a sua volta, ne approverà le opere e disporrà il vincolo preordinato all’esproprio (ovviamente per realizzare gli impianti di depurazione, le reti fognarie si dovrà accedere a tratti di terreno attualmente di proprietà dei privati). Successivamente il progetto sarà trasmesso alla Regione Sicilia per l’emissione del relativo decreto di finanziamento. A questo punto la “palla” ritorna a Girgenti Acque SpA che, finalmente, potrà dare il via ai lavori. Questo iter si è iniziato nello scorso mese di febbraio, dopo la firma dell’APQ Stato Regione e dopo che il sindaco di Agrigento ha finalmente deciso cosa fare dell’impianto di depurazione del Villaggio Peruzzo, e vogliamo tornare e ribadirlo ancora una volta: siamo pronti a iniziare i lavori ma dobbiamo rispettare i tempi dell’amministrazione pubblica. E di questo, com’è ovvio, il sindaco Zambuto ne è perfettamente consapevole anche se, talvolta, le sue affermazioni ci lasciano allibiti. Quindi, riassumendo, dal momento in cui le pubbliche amministrazioni concluderanno l’iter di loro competenza, Girgenti Acque potrà avviare i lavori. E, scusateci se lo ripetiamo ancora una volta, noi siamo assolutamente pronti”.