Stop a chiusura 118 Siculiana dopo vertice sindaci – assessore Borsellino

Rientrato l’allarme per la postazione della chiusura delle 118 di Siculiana, ecco un comunicato inviato dopo un vertice con l’assessore regionale alla Salute, Lucia Borsellino, dal sindaco di Montallegro e presidente dell’Unione di Comuni di Bovo Marina, Eraclea Minoa e Torre Salsa, Pietrop Baglio.
“In data odierna, a seguito di urgente richiesta dei Sindaci di Siculiana, Cattolica, Realmonte, Montallegro,si è tenuta una riunione presso l’Assessorato Regionale alla Salute, alla presenza dell’Assessore Lucia Borsellino , Lo Bello e Scilabra e della Dirigente Maria Letizia Di Liberti, sono stati sentiti i Sindaci Mariella Bruno, Pietro Baglio , Piero Puccio , Nicola Termini , i Presidenti dei rispettivi Consigli Comunali Alfonso Catania e Francesco Colletti e l’Assessore Comunale Salvatore Palilla di Siculiana.
I convenuti hanno evidenziato l’assurdità della decisione di sopprimere la postazione del 118 nel Comune di Siculiana che serve una popolazione di circa quindicimila abitanti con un aumento, nel periodo maggio-ottobre, di oltre cinquantamila , in una zona attraversata dalla strada statale 115 dove il tragitto verso il più vicino pronto soccorso richiede un tempo medio di percorrenza di oltre 40 minuti .
I Sindaci ed i Presidenti hanno altresì lamentato di non essere stati interessati precedentemente della decisione presa in Assessorato ed avere appreso la notizia tramite nota diffusa a firma dell’on.le Totò Cascio che dava per scontato lo spostamento della postazione da Siculiana a Villafranca Sicula a far data dal 1° settembre 2013.
Dopo un’ accesa ma cordiale discussione si e’ deciso, momentaneamente, di rimandare la chiusura della postazione alfa 17 di stanza presso il Comune di Siculiana, in attesa del piano di rimodulazione della rete Regionale delle postazioni 118 .
Si ringraziano gli Assessori agrigentini Lo Bello e Scilabra che si sono posti contro una ennesima penalizzazione della provincia di Agrigento anche in un campo cosi’ delicato e da attenzionare come quello della salute .
Si ringrazia l’Assessore Lucia Borsellino per avere aderito alle richieste dei Sindaci e della popolazione interessata che rifiuta di essere trattata come cittadino di serie “z”.
In attesa di una decisione definitiva, i Sindaci ed i Consigli Comunali concretizzeranno la ferma opposizione a decisioni contrarie che vengano a mortificare la dignità dei loro cittadini”.