Intimidazione al sindaco di Lampedusa, Crocetta: “Solidarietà a Giusi, sta sfidando i poteri forti”

“Non e’ dato sapere quali saranno le conclusioni che emergeranno dall’esame della busta inviata a Giusi Nicolini, solo che tale elemento non aggiunge nulla all’idea che mi sono fatto parlando con Giusi, durante la mia recente visita dell’isola. L’idea che la Nicolini rischia veramente grosso, perché ha toccato esta toccando i nervi, interessi e poteri forti che si oppongono allo sviluppo equilibrato ed eco sostenibile dell’isola, e che vorrebbero avere mano libera. Giusi ha scelto la battaglia per far crescere l’isola e i risultati lusinghieri dello sviluppo turistico di quest’anno, dimostrano che ha ragione. La Regione Siciliana e’ accanto a lei in questa grande lotta, con la consapevolezza che Giusi vá sostenuta da tutte le istituzioni. Le minacce che ha ricevuto circa un mese fa, quando addirittura le televisioni hanno potuto registrare dal vivo una frase minacciosa durante una manifestazione, non possono essere sottaciute e credo vadano prese, anche alla luce dei fatto odierni, con la necessaria serietà. Nessuno si illuda che non abbiamo capito il gioco o che Giusi sia isolata. Accanto al sindaco di Lampedusa c’e’ l’opinione pubblica siciliana, nazionale e internazionale e credo ci sarà la solidarietà di quanti ancora vorranno scegliere l’isola per le proprie vacanze, un’isola diventata simbolo di pace”.