Forestali siciliani sul piede di guerra, l’11 settembre sciopero in tutte le province

Sciopero regionale dei lavoratori forestali siciliani mercoledi’ prossimo. A indirlo Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil, che annunciano manifestazioni nelle nove province dell’Isola. In una lettera inviata oggi al presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, agli assessori regionali delle Risorse agricole, Dario Cartabellotta, e al Territorio e Ambiente, Mariella Lo Bello, e ai presidenti dei gruppi parlamentari dell’Ars, Fabrizio Colonna (Fai), Salvatore Tripi (Flai) e Gaetano Pensabene (Uila) spiegano che “in assenza di risultati concreti” si terra’ anche una manifestazione regionale ”in concomitanza con l’apertura dei lavori dell’Ars”, prevista per mercoledi’ 18 settembre per ”sensibilizzare tutto il Parlamento siciliano sulle tematiche dell’ambiente e dell’impiego dei lavoratori”. I sindacati chiedono a Crocetta di essere ricevuti a conclusione della manifestazione dell’11, dichiarando ”forte preoccupazione”, sia per il rischio di imminente sospensione del servizio antincendio, che avrebbe gravi ricadute sul patrimonio boschivo dell’Isola,.che per la mancanza di risorse finanziarie ”che non permetterebbe agli uffici periferici dell’Azienda foreste di riassumere o prolungare l’attivita’ lavorativa come piu’ volte rassicurato dagli uffici e dagli assessorati”. ”Siamo interessati – affermano Colonna, Tripi e Pensabene – a una forestazione efficiente e utile per il territorio e le comunita’ siciliane, che assicuri ai lavoratori regole e certezze indispensabili per la produttivita’ del comparto”. (Adnkronos)