Sicilia, Pistorio (Udc): “In caso di rimpasto in Giunta inaccettabili veti”

”Mi auguro che la tensione dialettica che si e’ sviluppata tra il presidente della Regione, Rosario Crocetta, e il Pd, alimentata anche dalle dinamiche pre congressuali dei democratici, non incida negativamente sull’attivita’ del governo regionale”. Lo dice Giovanni Pistorio, segretario regionale dell’Udc siciliana, a proposito delle polemiche tra il governatore e il Partito Democratico, suscitate dopo le richieste di rimpasto con l’ingresso in giunta di deputati regionali. ”La posizione dell’Udc – aggiunge – e’ chiara: crediamo fortemente in un maggiore coordinamento tra gli assessori e in un maggior coinvolgimento delle forze politiche e cio’ non comporta necessariamente un rimpasto”. Il segretario regionale dei centristi, pero’, precisa. ”Nel caso in cui il presidente della Regione e le forze politiche di maggioranza dovessero ritenere utile un cambiamento del profilo della giunta, dovranno essere chiari i criteri condivisi che saranno utilizzati per definire la nuova compagine. Si dovra’ valutare il lavoro svolto e la qualita’ dei nomi, ma dovra’ anche essere chiara la legittimazione politica. Per l’Udc quest’ultimo criterio e’ irrinunciabile, soprattutto se l’intenzione e’ quella di dare un carattere piu’ politico al governo regionale”. ”In tal senso – conclude il segretario regionale dello scudocrociato – l’esclusione di principio dei parlamentari regionali dalla giunta non e’ accettabile. Essere eletti, e quindi dotati di consenso, e’ un valore e non un vizio”.(Adnkronos)