Ressa per bando “CreAZIONE giovani”, Bonafede: “Presentati 1.300 progetti”

“Sono state presentate in tutto 1.300 istanze per il bando CreAZIONI giovani, un numero che dà la misura del successo dell’iniziativa. Per noi è una scommessa vinta”. Lo dichiara l’assessore regionale alla Famiglia, alle politiche sociali e del lavoro Ester Bonafede al Giornale di Sicilia il giorno della scadenza del bando CreAZIONI giovani che ha fatto registrare ieri e l’altro ieri la ressa all’ufficio di protocollo informatico dell’assessorato dove andavano presentati i progetti che potevano essere inviati anche via posta.
“Una vera e propria bolgia in assessorato”, l’ha definita il deputato regionale Nello Dipasquale: “Bisognava permettere di presentare le domande attraverso la posta elettronica certificata”. “Purtroppo – ha replicato l’assessore Bonafede – in 650 hanno deciso di presentare la domanda nelle ultime ore invece che nei tre mesi precedenti e molti di questi avevano con sé più di una domanda condizionando così il nostro lavoro”.
Ma grazie all’impegno e alla disponibilità degli impiegati del servizio di protocollo informatico dell’Urp dell’assessorato regionale alla Famiglia, lavoro e politiche sociali tutti hanno potuto presentare la domanda malgrado la ressa. Adesso, dopo la presentazione delle richieste di finanziamento che vanno dai 15 ai 20 mila euro per ogni progetto, si attende l’istruttoria per la verifica e l’ammissione. “Attraverso il bando CreAZIONI Giovani la Regione Siciliana – spiega l’avviso – vuole riconoscere il giusto spazio al talento, al merito e alle capacità delle giovani generazioni per fare dei giovani siciliani il principale elemento di trasformazione dei propri contesti locali”.