Borgo Scala dei Turchi, bloccati dalla Sovrintendenza i lavori per le “ville vip”

Bloccati i lavori delle “ville vip” sulla scogliera di marna bianca tra Scala dei Turchi e Lido Rossello, candidata a diventare patrimonio mondiale dell’umanità con il sigillo dell’Unesco e proposta dal ministero dell’Ambiente per l’elenco dei “siti di importanza comunitaria”.
Dopo il clamore mediatico, le ispezioni dell’assessorato regionale al Territorio e Ambiente, l’apertura dell’inchiesta da parte della procura della Repubblica di Agrigento, l’esposto di Legambiente, il sit-in di protesta davanti al comune di Realmonte, la “Soprintendenza ordina alla Co. Ma. E.R. srl l’inibizione alla esecuzione di lavori senza autorizzazione o in difformità da precedenti autorizzazioni e capaci di recare pregiudizio al paesaggio, la sospensione di quelli iniziati e la sospensione in autotutela di tutti i provvedimenti autorizzatori emessi. Si invita la stessa ditta a presentare immediatamente un’apposita elaborazione sullo stato di attuazione dei luoghi e tutti gli altri atti in modo da consentire la valutazione circa la corrispondenza dei lavori realizzati o da realizzare rispetto ai provvedimenti autorizzatori emessi”. Claudio Lombardo, presidente di MareAmico Agrigento, che ha fatto scoppiare il caso pubblicando su facebook le foto dei primi “eomostriciattoli”, accoglie con gioia la notizia e commenta: “Siamo soddisfatti del fatto che la Soprintendenza sia tornata sui suoi passi”.