Un furto al giorno ad Agrigento, “colpo” al Bar Moka di Villaggio Mosè

Un “colpo” al giorno quasi a cadenza regolare, non c’è pace nella città dei templi. Nuovo furto con scasso al Villaggio Mosè, dove stavolta è stato preso di mira da ignoti malviventi il Bar Moka sul viale Leonardo Sciascia. I ladri, nella notte tra domenica e lunedì, hanno forzato la saracinesca con degli arnesi da scasso e hanno fatto irruzione all’interno del locale. Sono stati rubati circa 1.350 euro in contanti fra monete e banconote che erano nel registratore di cassa e nella macchinetta scambia – soldi.  E’ stata anche arraffata merce varia, come bottiglie di alcolici e cioccolatini. Indagano i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Agrigento diretti dal tenente Rosario Iozza. Nonostante il potenziamento della sorveglienza delle zone della città più a rischio da parte di carabinieri e polizia, non accenna a fermarsi l’escalation di “colpi” che dal primo di agosto ad ora quasi giornalmente vengono messi a segno ad Agrigento. Presi di mira senza tregua decine di appartamenti privati, esercizi commerciali, uffici pubblici. Ieri però sono stati beccati in flagranza i presunti autori del furto alle poste di Fontanelle. Sono finiti agli arresti domiciliari Giovanni Mendola, 32 anni di Favara, Stefano Fragapane, 21 anni di Agrigento, e Cristian Gastoni, 20 anni; saranno processati domani per direttissima dal giudice monocratico del tribunale di Agrigento.