Mafia e politica, chiesti 10 anni di carcere per Raffaele Lombardo

Chiesta dalla Procura di Catania la condanna a 10 anni di carcere dell’ex presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo, imputato di concorso esterno in associazione mafiosa e voto di scambio.

La richiesta è stata formulata dal procuratore Giovanni Salvi, intervenuto davanti al giudice per l’udienza preliminare Marina Rizza, per concludere la requisitoria condotta nelle precedenti udienze dal sostituto Giuseppe Gennaro. Lombardo, che viene processato col rito abbreviato, ha sempre respinto le accuse mosse nei suoi confronti.