Scomparso il purificatorio usato da Papa Francesco a Lampedusa

E’ misteriosamente scomparso il purificatorio utilizzato da Papa Francesco per la sua storica messa a Lampedusa. A far sapere della scomparsa del rettangolo di lino, utilizzato da Bergoglio per asciugarsi le labbra dopo aver bevuto dal calice, è il parroco della parrocchia San Gerlando della maggiore della Pelagie don Stefano Nastasi.

Mentre è in procinto di preparare i bagagli per lasciare l’isola per il trasferimento a Sciacca disposto dall’arcivescovo di Agrigento monsignor Francesco Montenegro, il parroco che con la sua lettera pubblicata su Migrantes ha convinto Papa Francesco a visitare Lampedusa, scrive sulla sua bacheca facebook: “L’8 luglio per la messa al campo sportivo è stato usato un lino sull’altare che non si è più trovato. Sono certo che qualcuno involontariamente se lo è ritrovato tra le cose personali. Trattandosi di qualcosa di particolare – aggiunge don Stefano Nastasi – vi sarei grato se mi fate avere notizie”.

Ancora del pezzo di lino bianco, che rappresenta un importante oggetto liturgico cattolico, non si hanno notizie..

Ulteriori dettagli in un articolo sul  Giornale di Sicilia oggi in edicola