“Ha ferito un carabiniere”, liberato ventenne di Cattolica Eraclea

Il tribunale di Agrigento ha scarcerato Roberto Miceli, 20 anni, di Cattolica Eraclea, arrestato lunedì notte dai carabinieri con l’accusa di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Miceli, mentre era in compagnia di alcuni compaesani, avrebbe disturbato la quiete pubblica e sarebbe stato richiamato da un carabiniere fuori servizio. Da lì sarebbe nato un diverbio e in seguito il militare dell’Arma avrebbe riportato anche una lesione con frattura ad un dito. A quel punto sono intervenuti altri carabinieri che hanno arrestato in flagranza di reato il giovane che è stato portato davanti al giudice il quale ha convalidato l’arresto e ha disposto l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per due giorni a settimana. Il giovane è stato difeso dagli avvocati Luigi Troja e Pietro Piro.