Mafia e rigassificatore a Porto Empedocle, Nuove Energie (Enel): “Noi parte lesa”

La società Nuove Energie (del gruppo Enel) si dichiara in una nota “completamente estranea alla vicenda che ha portato alle contestazioni mosse dalla Procura e al sequestro di un’area del cantiere dove sorgerà il terminale di rigassificazione di Porto Empedocle.

Nuove Energie, che nella vicenda è parte lesa, offre la propria piena collaborazione alla Magistratura e ricorda di aver siglato volontariamente con la Prefettura di Agrigento un Protocollo sulla legalità e la trasparenza proprie per le gare di appalto. Nuove Energie si riserva di tutelarsi nelle sedi opportune”.