Sport, al via la sesta “Motobenedizione Città di Agrigento”

“Eccoci ormai siamo pronti”. Si scaldano i motori per la sesta edizione della “Motobenedizione – Città di Agrigento”.

Sono quasi ducento i centauri che hanno già confermato su facebook la propria partecipazione al motoraduno in programma oggi nella città dei templi ma che farà tappa in diversi centri della provincia. L’iniziativa è promossa da Riccardo Muscarella dell’associazione sportiva Agbikers.

Il motoraduno agrigentino è gratuito e non prevede iscrizioni, ogni anno richiama l’attenzione di numerosi moticiclisti di tutte le età provenienti da mezza Sicilia. Sono accolte in tour sia moto di grossa cilindrata che scooter e vespe.

Il programma prevede il raduno al piazzale Aster di San Leone alle 10.30, con partenza alle 11 verso Favara, fino alla diga di Naro. Poi, percorrendo la strada statale 115, si tornerà indietro per il pranzo al Villaggio Mosè.

La tappa successiva sarà la chiesa “Madonna Della Catena” di Villaseta dove saranno ricordate con una preghiera le vittime della strada e si svolgerà la cerimonia della benedizione dei caschi, dei motociclisti e delle moto. La manifestazione motociclistica proseguirà poi nel centro di Agrigento con capolinea in piazza San Calogero verso le ore 18. Qui ci sarà anche il sorteggio dei premi messi a disposizione da diversi sponsors che collaborano all’iniziativa.

“Ricordo comunque a tutti i partecipanti – sottolinea il promotore Riccardo Muscarella – che dovranno rigorosamente seguire durante l’evento, tutte le norme del codice della strada. Nessun sorpasso, nessuna acrobazia o esibizione e riordandosi sempre che ognuno guida sotto la propria responsabilità. Questa edizione – aggiunge – sarà molto più completa rispetto agli altri anni sia dal punto di vista dell’ospitalità che dell’itinerario, che prevede quest’anno anche il passaggio dalla diga di Naro. Abbiamo trovato la collaborazione di molti sponsors che hanno offerto i premi e diversi locali che stanno collaborando con menù a prezzi bassi per i partecipanti. Il momento clou e più emozionante – conclude Muscarella – resta sempre quello della motobenedizione a Villaseta, un evento sentito da tutti al di là della moto passeggiata.”.