Fondi ai comuni siciliani, raggiunto accordo tra presidente Crocetta e Anci

Accordo raggiunto tra l’Anci Sicilia e il Governatore Rosario Crocetta sui trasferimenti dei fondi alle Autonomie Locali. L’accordo è stato siglato ieri mattina a Palermo, presso l’assessorato alle Attività produttive, in un’aula gremita di sindaci ed amministratori provenienti da tutta la Sicilia.

Rosario Crocetta, che si è scusato con i presenti per non essere stato presente alla alla manifestazione del 26 settembre scorso, ha accettato le proposte dell’AnciSicilia ed ha pubblicamente sottoscritto il documento approvato dall’Ufficio di Presidenza dell’Associazione.

Con la stipula il governo regionale si è impegnato – scrive in una nota l’AnciSicilia – in sede di variazione di bilancio, a destinare 25 milioni di euro ai piccoli comuni cui andranno aggiunti altri 22 milioni di euro (a valere sui 180 milioni per spese di investimento) da destinare al pagamento delle rate-mutui. Si è deciso inoltre, di trasferire ai comuni sopra i 30 mila abitanti i 40 milioni dei fondi PAC ( Piani di Azione e Coesione), di prevedere delle risorse per i comuni in stato di pre-dissesto e di sostenere una modifica delle riserve sul fondo che consenta di liberare ulteriori risorse per la parte corrente.

<>.

Ora tutti si aspettano non solo che il governo rispetti integralmente accordo e di ieri ma che dia anche certezze sui tempi di erogazione dei trasferimenti – hanno spiegato Paolo Amenta e Mario Emanuele Alvano, vice presidente vicario e segretario generale dell’AnciSiciliatutti – che hanno aggiunto: <>.

A seguito dell’intesa raggiunta, si è anche stabilito di costituire un’unità di crisi tra governo ed enti locali che possa divenire la sede di confronto per esaminare e risolvere le tante questioni ancora da definire.