Naufragio Lampedusa, superstiti indagati per immigrazione clandestina

I profughi superstiti del naufragio di Lampedusa, sono indagati per immigrazione clandestina. Fatta eccezione per i minori, tutti gli altri immigrati, piu’ di cento, sono stati iscritti, come prevede la legge Bossi-Fini, nel registro degli indagati per immigrazione clandestina.


A darne conferma all’Adnkronos e’ il procuratore capo di Agrigento Renato Di Natale. “E’ un atto dovuto -spiega- non potevamo fare altrimenti”. Buona parte dei superstiti e’ gia’ stata ascoltata nelle ultime 24 ore dagli inquirenti per rendere testimonianza sullo scafista del barcone affondato, un tunisino arrestato poche ore dopo il naufragio. “Stiamo facendo riscontri testimoniali -dice il procuratore- ma le cose sono un po’ piu’ difficili proprio perche’ sono indagati”. (Adnkronos)