Lampedusa, vigili fuoco usano robot per trovare corpi migranti

Per riuscire ad avvistare i cadaveri dei profughi rimasti ancora incastrati nel relitto del barcone naufragato a Lampedusa i Vigili del fuoco stanno utilizzando uno strumento sofisticato, molto all’avanguardia. Si tratta di un robot filoguidato, dotato di telecamera ad alta definizione. Sono dodici i Vigili del fuoco altamente specializzati che si altrnano al ‘timone’ del Rov, Remote operate vehicule, per ore e ore senza pausa pur di riuscire a ripostare a galla i cadaveri incastrati. I vigili del fuoco sono specializzati nella ricerca strumentale subacquea integrata con tecnologie sonar. “Il robot ha un’operativita’ di oltre 600 metri ed e’ dotato di una pinza per raggiunger i cadaveri incastrati, e poi recuperarli”, spiega il direttore antincendi dei Vigili del fuoco, l’ingegner Massimilaino Pugliesi. Sono diciassette i sommozzatori impegnati nel recupero dei cadaveri. (Adnkronos)