L’Udc attacca Zambuto dopo il rimpasto in giunta

“In spregio alle più elementari regole convenzionali di un equo confronto democratico, dimenticando l’accordo che lega i partiti UDC e PD in alleanze di governo, nazionale e regionale, il sindaco di Agrigento, Marco Zambuto, scordando che è stato eletto con l’appoggio dell’UDC, ha optato per una scelta assai discutibile nella nomina dei nuovi componenti la sua Giunta: contattando singoli consiglieri comunali, al di là degli schieramenti politici di appartenenza, solo per costituirsi una maggioranza solida in Consiglio. Un atto deplorevole, privo di quel pluralismo a cui auspica la buona politica, e che l’Udc condanna fermamente”. Lo afferma Giuseppe Licata, responsabile UDC Enti Locali provincia di Agrigento.


Questa la nota del gruppo consiliare UDC del Comune di Agrigento: “Questa mattina il Sindaco Zambuto ha proceduto alla ricomposizione della giunta comunale, il partito dell’UDC, pur determinante nell’elezione del primo cittadino ha, con coscienza, deciso di rimanere fuori dal teatrino che si è consumato in questi giorni e che oggi vede la nascita di una giunta in cui certamente non si riconosce. Auspichiamo comunque che gli assessori nominati riescano a dare una nuova linfa, certamente necessaria all’Amministrazione comunale, per tentare di risolvere i numerosi problemi che oggi vive la città di Agrigento. Ringraziamo il Dott. Antonino Amato per l’impegno, la serietà e la competenza dimostrata in questi mesi di lavoro. Il gruppo consiliare dell’UDC valuterà nelle prossime ore l’atteggiamento che il partito dovrà assumere in consiglio comunale che avrà , come sempre, l’obiettivo di perseguire esclusivamente l’interesse dei cittadini agrigentini”.