Mafia, Cgil: “Tavolo confronto su gestione beni confiscati in Sicilia”

“Saranno attivati percorsi di confronto con i sindacati in tema di aziende confiscate e sequestrate alla mafia e futuro dei lavoratori coinvolti e questo ci pare gia’ un’apertura significativa da parte dell’agenzia per i beni confiscati e il risultato della preziosa opera di mediazione del Prefetto”. Lo dice Franco Tarantino, segretario generale della Fillea Cgil Sicilia al termine dell’incontro con il Prefetto di Palermo, Francesca Cannizzo e la dirigente dell’agenzia per i beni confiscati e sequestrati alla mafia, Maria Rosaria Lagana’.


In mattinata quasi 200 lavoratori edili delle imprese confiscate avevano dato vita a un sit-in di protesta davanti alla Prefettura. “Il confronto di oggi – aggiunge Tarantino – e’ stato serrato. Noi abbiamo chiesto piu’ dialogo con i sindacati sull’argomento, l’apertura di un ufficio sindacale dentro l’Agenzia e il confronto anche con i lavoratori sui percorsi che si attivano. Ci auguriamo adesso – conclude il segretario della Fillea – che la giornata di oggi segni su questi temi uno spartiacque”. (ANSA)
Nella foto bene confiscato a Siculiana Marina (AG)

I commenti sono chiusi