Beni culturali: strada scrittori, sottoscritto protocollo

Nel protocollo di intesa sottoscritto dagli assessori regionali Michela Stancheris, Maria Rita Sgarlata, Nelli Scilabra, Linda Vancheri, Dario Cartabellotta e Mariella Lo Bello, per il progetto ‘la strada degli scrittori’ dedicata a Pirandello, Sciascia e Camilleri i rappresentanti della Giunta Crocetta si impegneranno, “attraverso i dipartimenti regionali, compatibilmente coi compiti di istituto, le norme di riferimento e le disponibilita’ finanziarie, a utilizzare e sensibilizzare la propria rete di intervento per la costituzione del percorso” che coinvolgera’ i siti archeologici, le cantine sociali e l’enogastronomia, “per la possibile istituzione di corsi per giovani, per evidenziare produzioni locali di diverso genere di particolare pregio, per i siti naturalistici e per l’accoglienza e i servizi relativi”. Si cerchera’, inoltre, di coinvolgere le comunita’ locali, con le loro amministrazioni, le diverse associazioni di promozione che operano nel territorio, le filiere enogastronomiche, gli agriturismi, imprenditori, albergatori, ristoratori, teatri, e scuole. “Camilleri e’ entusiasta dell’attenzione che si rivolge al nostro territorio”, dice il sindaco di Porto Empedocle, Calogero Firetto. “Questo progetto dobbiamo adesso riempirlo di contenuti, stabilendo chi fa qualcosa e chi cosa. – aggiunge Firetto – Stiamo vivendo una crisi delle istituzioni culturali, facendo mancare linfa a quelle che rappresentano un punto importante al territori” “Abbiamo competenza esclusiva in materia di beni culturali, e dunque non avremmo nulla da chiedere allo Stato. Ma servono i soldi, i finanziamenti comunitari. E questo lo puo’ fare la regione siciliana”, dice il presidente dell’Ars Giovanni Ardizzone. “Da questo momento prendo impegno, mettendoci la faccia in questo progetto. – aggiunge – E pertanto va rilanciata questa struttura, questa fondazione”, che risponde a Michele Cimino di Voce siciliana che ha detto: “la fondazion e’ stata penalizzata dal taglio della tabella h”.(ANSA).