Carnevale di Sciacca con divieto di satira, pronte maxi penali

I carri che parteciperanno al Carnevale di Sciacca (Agrigento) non dovranno contenere allegorie contro il Comune o gli organizzatori della kermesse. E’ quanto previsto appositamente nel bando predisposto dal Comune che, ironia della sorte, proprio all’articolo 21, prevede che “e’ fatto assoluto divieto di esporre o pronunciare, nel corso della manifestazione, frasi di dissenso, plateali forme di protesta e ogni altra forma di espressione ed esternazione lesiva dell’immagine della kermesse, degli operatori, degli enti organizzatori e patrocinanti e non conforme alla spirito festoso del Carnevale di Sciacca”.


Il rischio e’ pure economico per i trasgressori che potrebbero vedersi applicata una penale fino a 3.500 euro. Una norma che a Sciacca sta gia’ facendo discutere e che e’ diventata oggetto del dibattito tra gli stessi carristi. (AGI)