Primarie Pd, D’Alema a Renzi: “Non hai ancora vinto malgrado regole assurde”

“Credo che il voto degli iscritti sarà più equilibrato. Però osservo che il congresso avviene con regole assurde e in un clima di totale mancanza di par condicio. C’è una campagna martellante a favore di Renzi ai limiti del ridicolo”. Lo afferma Massimo D’Alema, intervistato da L’Unità.

L’ex premier dice di Renzi che “è una risorsa per il Pd, ma sui contenuti vedo ancora risorse elusive”. “Renzi – aggiunge D’Alema – sarà pur bravo a battere sulla tastiera del computer con dieci dita, come fanno notare tutti i giornali, ma il fascino delle dieci dita ha cancellato ogni contenuto. Stiamo eleggendo un segretario, non un bravo dattilografo”. D’Alema  non dà per scontato il risultato del congresso: “Si è dimostrata una grande vitalità nell’andare controcorrente. E comunque, se Renzi dovesse diventare segretario, si troverà a gestire un partito che in buona parte dovrà convincere. Non potrà  pensare di impadronirsi di un partito che in una certa misura lo osteggia”.