Teatro, Prestigiacomo alla Stancheris: “Non si permetta di affossare Inda”

“Nessuno si puo’ permettere di affossare l’Inda”. Lo dice il deputato nazionale del Pdl Stefania Prestigiacomo, dopo le recenti affermazioni dell’assessore regionale Michela Stancheris. “Probabilmente non dovrei stupirmi – dice – perche’ dall’ex segretaria crocettiana non potevo aspettarmi affermazioni diverse. Un chiaro attacco politico all’Istituto nazionale del dramma antico che punta a destabilizzare non si sa bene cosa. Non erano queste le dichiarazioni che ci saremmo aspettate dall’assessore regionale che dovrebbe portare Siracusa come fiore all’occhiello della promozione turistica della regione. Una citta’ gia’ patrimonio Unesco che si candida a Capitale europea, che si appresta a celebrare il centenario di una Fondazione teatrale che non ha eguali al mondo, proiettata ad essere protagonista di un evento internazionale come Expo 2015”.


“E invece l’assessore Stancheris cosa fa? Dichiara che l’Inda – aggiunge – e’ stata gestita male e anzi deve restituire quei pochi contributi che la regione siciliana e’ stata in grado di elargire. Ormai ci siamo lasciati alle spalle quella brutta pagina giudiziaria di tanti anni fa. Oggi la fondazione Inda e’ riuscita a riconquistarsi quel ruolo che le spetta nel panorama internazionale. Siracusa come grande capitale della drammaturgia antica nel mondo e il centenario dell’Inda doveva costituire l’ulteriore consacrazione di questa eccellenza”. “E’ giusto e doveroso – conclude – che ci siano le verifiche, che ci sia attivita’ ispettiva nella gestione dei conti, ma in questi ultimi anni l’Inda si e’ al contrario distinta per una sana produzione di spettacoli classici. Ritengo che tutta la deputazione regionale e nazionale condivida con me la necessita’ di fare chiarezza ma, se ci sono aspetti da valutare, l’assessore dovrebbe esternare il suo pensiero nei tempi e nei modi corretti. Ci auguriamo che intanto il ministero risolva la questione della riduzione dei componenti del consiglio e rinomini un nuovo consiglio con i passaggi di legge previsti entro dicembre, data di scadenza dell’incarico del commissario Giacchetti. Bisogna dare stabilita’ all’Inda e personalmente mi battero’ contro chiunque voglia invece affossarla”. (ANSA)