Pd, cuperliani: “Sicilia decisiva per congresso e Crocetta con noi”

Ieri il presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta ha fatto dichiarazioni di neutralita’ nella sfida tra Matteo Renzi e Gianni Cuperlo. Ma l’area che in Sicilia fa riferimento a quest’ultimo, forte della solida vittoria nell’Isola, e’ ottimista sull’esito del congresso e conta di avere dalla propria parte il governatore. “Lo sento spesso – dice il coordinatore dell’area Cuperlo in Sicilia, Calogero Speziale – e possono dire che la sua storia personale non puo’ che renderlo vicino a noi. Noi puntiamo a un progetto di sinistra che guarda ai temi del Sud, della crisi e del lavoro, dentro il quale so che Crocetta sta a suo agio”, anche se un fedelissimo come Beppe Lumia, “si e’ schierato con Renzi, ma questo non vuol dire nulla”.


Peraltro, aggiunge Speziale, “non ce lo vedo Crocetta con Papania e Genovese, soprattutto dopo la battaglia per ripulire la formazione professionale”. Nei mesi scorsi in realta’ il capo della giunta dialogava fittamente con i renziani, ma l’aria appare cambiata. Un riposizionamento che ai cuperliani fa vedere con fiducia gli appuntamenti del congresso nazionale e di quello regionale che si svolgera’ entro il 31 marzo e che potrebbe cambiare gli equilibri oggi a favore di Renzi. E l’apertura del presidente agli alfaniani per irrobustire la sua maggioranza? “Il dialogo tra le forze politiche all’Ars e’ normale – taglia corto Speziale – del resto Crocetta ha escluso un loro ingresso in giunta”. (AGI)