Giornalismo, De Bortoli: “Futuro radioso per cronisti di qualità”

“Il futuro della carta stampata e’ precario. Il futuro dei giornalisti di qualita’ e’ radioso”. E’ la previsione del direttore del Corriere della sera, Ferruccio de Bortoli, alla consegna della nona edizione del premio internazionale di giornalismo intitolato a Maria Grazia Cutuli, l’inviata del quotidiano milanese uccisa con altri tre colleghi in un agguato in Afghanistan il 19 novembre del 2001.


“Il futuro dei giornali, su carta e su web, di qualita’, di coraggio, con una identita’ forte e una storia e una tradizione alle spalle – aggiunge de Bortoli – credo che sara’ un futuro complesso ma non sara’ cosi’ difficile e cosi” amaro come pensiamo vedendo la crisi delle aziende editoriali”. “I giornali non sono mai stati letti come in questo periodo – osserva il direttore del Corsera – certo non sono letti piu’ tanto sulla carta e lo sono molto di piu’ sulle edizioni digitali. Ma gran parte del dibattito sui social media nasce dagli articoli sui quotidiani o dalle trasmissioni televisive, e gran parte del dibattito trae sunto da lavoro dei giornalisti”. “Questo disegna traiettorie per la nostra professione che sono piu’ positive che negative – chiosa de Bortoli – ma ad un patto: che la corporazione dei giornalisti non si rifiuti di combattere con le nuove tecnologie e non le veda come una minaccia al loro posto di lavoro”. (ANSA)