Mafia, nuove minacce a presidente Irsap Cicero: “Vado avanti”

“Non intendo fare alcun passo indietro. Andro’ avanti nel mio lavoro. Ho la massima fiducia nelle istituzioni che sono sempre state a fianco a me”. E’ quanto ha affermato Alfonso Cicero, presidente dell’Irsap, l’istituto regionale per lo sviluppo, dopo il nuovo allarme scattato per la sua sicurezza. Davanti alla sede del suo ufficio, nella zona industriale di Caltanissetta, sarebbero stati registrati movimenti sospetti da parte di un gruppo di persone che gli inquirenti stanno ora tentando di identificare.


“Con queste minacce – ha spiegato Cicero – purtroppo ci convivo. Intimidazioni che sono convinto arrivino a causa delle denunce che ho fatto negli ultimi anni legate alla presenza di infiltrazioni mafiose”. La Procura di Caltanissetta ha gia’ aperto un’inchiesta mentre il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, convocato dal prefetto Carmine Valenti, ha deciso di potenziare la scorta al presidente dell’Istituto regionale per le Attivita’ Produttive. Agli inizi di agosto, davanti all’abitazione di Cicero, in viale Trieste a Caltanissetta, venne ritrovata una valigia piena di bombole di gas e bottiglie di alcol. (AGI)