Imprese, Moncada: “Confindustria Agrigento svenduta per ottenere il proprio”

“Chissà cosa è successo. O Marino è veramente una persona onesta o si sono rotti gli accordi e alla fine non gli è bastato distruggere Confindustria Agrigento, anzi farla sparire, svendere tutto, per ottenere il proprio. Non aveva fatto i conti con i corsi e i ricorsi storici della Sicilia”.


Così l’imprenditore agrigentino Salvatore Moncada commenta su facebook le dichiarazioni dell’assessore regionale all’Energia Nicolò Marino ad Agrigento a proposito di rifiuti e della discarica di Siculiana di proprietà del presidente di Confindustria Agrigento Giuseppe Catanzaro.
catanzaroSalvatore Moncada, presidente della Fondazione AGireinsieme e “re della green economy” in Sicilia era già uscito da Confindustria nel 2011 dopo la rottura con i vertici degli industriali sia a livello provinciale che regionale e nazionale e aveva polemizzato con Giuseppe Catanzaro, numero due di Confindustria Sicilia, con il quale il pm-assessore aveva già aperto un duro scontro durante l’estate scorsa su cui era intervenuto anche il presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta.