“La voce di San Leone” interroga Zambuto su fogne, abusivi e pista ciclabile

Si è svolto ieri pomeriggio, nella stanza del primo cittadino, il primo incontro tra una rappresentanza dell’associazione “La voce di San Leone”, che riunisce i quasi quaranta commercianti del lido balneare, e il sindaco di Agrigento, Marco Zambuto.

Tanti i temi affrontati nella discussione. Tra le primarie richieste dei commercianti sanleonini al sindaco c’era l’individuazione di una soluzione per il problema del mare sporco, che rischia di sancire la morte di numerose attività commerciali. L’associazione “La voce di San Leone”, che di fatto si era già documentata sullo stato della situazione, ha proposto al sindaco di chiedere un procedimento d’urgenza alla Regione per l’inizio dei lavori della condotta che conduce gli scarichi fognari di San Leone e Villaggio Peruzzo verso il depuratore “Sant’Anna”. Dopo alcune immediate verifiche tramite gli uffici comunali, il sindaco Marco Zambuto ha comunicato che i lavori potrebbero iniziare già nella prima decade di dicembre. E considerato che lo stesso progetto, già approvato dal Consiglio comunale lo scorso ottobre, richiederebbe circa cinque mesi di lavoro, l’estate 2014 si prospetterebbe del tutto diversa.


Ma quella del mare non è stata l’unica problematica sollevata e affrontata ieri pomeriggio. I commercianti, rappresentati dal presidente dell’associazione Peppe Vita, hanno chiesto al sindaco un intervento anche per i tanti “ambulanti-abusivi” che, di fatto, stazionano numerosissimi al porticciolo di San Leone con camioncini e bancarelle: oltre a rappresentare una vera e propria concorrenza sleale e dannosa per i commercianti che pagano fior di quattrini di tasse, l’area del porticciolo è stata trasformata da “turistica” a “casba senza regole”. Anche in questo caso il sindaco Marco Zambuto ha comunicato che nel giro di poche settimane arriverà in Consiglio comunale il regolamento per gli ambulanti, da approvare e rendere esecutivo. L’idea è quella di individuare un’area da dedicare agli ambulanti, che non sia però quella che dovrebbe rappresentare il centro turistico estivo della città, e di fare “guerra” agli abusivi.

Un altro capitolo ha riguardato la tanto discussa pista ciclabile di viale delle dune. I commercianti, dopo aver espresso il proprio parere su un’opera che ha molti punti “deboli” che andrebbero rivisti, hanno chiesto quantomeno di provvedere al ripristino del doppio senso di marcia lungo il viale e di trovare una soluzione per ripristinare il parcheggio ambo i lati. Per questo motivo i rappresentanti dell’associazione hanno proposto al sindaco di eliminare in alcuni tratti del viale delle dune il marciapiede del lato opposto alla pista ciclabile, che in diversi tratti risulta impraticabile e “coperto” dalle erbacce.

L’appuntamento con il sindaco Marco Zambuto è stato fissato per metà dicembre, a circa un mese dal primo incontro, così da poter tirare le somme su quanto fatto dopo le richieste dell’associazione “La voce di San Leone”.