“Verifiche su discarica Siculiana”, Catanzaro (Confindustria) querela l’assessore Marino

L’imprenditore Giuseppe Catanzaro, vicepresidente di Confindustria Sicilia, preannuncia querela nei confronti dell’assessore regionale all’Energia Nicolo’ Marino. “Per rispetto verso le Istituzioni che oggi rappresenta e verso il suo passato di magistrato – si legge in una nota diffusa da Catanzaro – fino a questo momento non ho riservato particolare valore alle gravi e ripetute affermazioni dell’Assessore Nicolo’ Marino.

catanzaro Le ultime calunniose esternazioni pubbliche hanno superato il limite, esulano dal suo ruolo istituzionale e possono apparire difficilmente conciliabili con i criteri di imparzialita’ cui deve essere ispirata l’azione della Pubblica amministrazione”. “Ho deciso pertanto – conclude il vicepresidente di Confindustria – di incaricare i miei legali che hanno gia’ provveduto ad attivare le iniziative utili per tutelare il mio ruolo di imprenditore e di rappresentante di imprenditori ma anche la mia personale onorabilita’”.


Catanzaro, che opera nel settore dei rifiuti, si riferisce alle parole pronunciate dall’assessore nel corso di un recente incontro con alcuni amministratori dell’Agrigentino. Riferendosi alla discarica di Siculiana, gestita da Catanzaro, Marino ha definito poco chiare “le origini della disponibilita’ dei terreni con la conseguente gestione privata”, sollevando dubbi sull’aggiudicazione della gara. In precedenza l’ex Pm era stato protagonista di altre dure dichiarazioni sul business dei rifiuti, denunciando gli “interessi privati di chi pensa di poterci insultare impunemente riparandosi dietro lo scudo di Confindustria Sicilia”.(ANSA)

+ Imprese, Moncada: “Confindustria Agrigento svenduta per ottenere il proprio”