Nuovo centrodestra nell’Agrigentino, parola alle donne (FOTO)

“Nell’Agrigentino il Nuovo centrodestra ha esordito bene con una partecipazione di amministratori e simpatizzanti superiore ad ogni aspettativa. Sono convinta che Alfano saprà potenziare l’entusiasmo per questa nuova sfida politica con un coinvolgimento sempre maggiore dei giovani e ponendo sempre maggiore attenzione ai problemi la cui risoluzione appare vitale per il funzionamento delle amministrazioni locali: il tema dei precari, il ritorno alla gestione pubblica del servizio idrico, l’alleggerimento dei vincoli posti dal Patto di stabilità e l’attuazione di politiche sociali più incisive”. Così il presidente del consiglio comunale di Naro, Lidia Mirabile, commenta l’incontro di stamane ad Agrigento in cui il deputato regionale Vincenzo Fontana, il deputato nazionale Nino Bosco e il senatore Giuseppe Marinello hanno presentato il Nuovo centrodestra agrigentino alla presenza di centinaia di persone tra dirigenti, militanti e amministratori dei 43 paesi della provincia del leader.

VIDEO. Alfano: “Nuovo centrodestra primo partito nell’Agrigentino”



Tra le donne del nuovo movimento fondato da Alfano dopo la rottura con Berlusconi e la scissione nel Pdl anche l’ex assessore provinciale Anna Sciangula. “Io credo nel Nuovo centrodestra, da donna con una storia di destra moderata e di governo alle spalle, perchè nasce un partito – ha detto – che guarda al futuro e non alle beghe del passato. Nasce un partito in cui possiamo riparlare di ideali e valori. Nasce un partito che in questo grave momento di crisi non soltanto economica ma anche socio-politica possa dare voce alle intelligenze sul territorio per dare quello slancio al Paese Italia per tornare ad essere una grande Nazione. Amo immaginare un partito aperto e plurale dove ciascuno possa esternare le proprie idee e queste possano essere ascoltate, vagliate e, se valide, portate avanti negli organi istituzionali competenti. Quindi da me, che in tempi non sospetti avevo creato un gruppo su facebook con la prospettiva di un Nuovo CentroDestra libero dalle vecchie logiche, innovatore ma responsabile, che crede nelle primarie e nella partecipazione dal basso, dove chi è intervenuto lo ha fatto perché crede nella politica come passione e partecipazione, non può non nascere una grande attenzione e fiducia verso questo nuovo progetto politico, coraggioso e proiettato vero il futuro, che ha intrapreso Angelino Alfano”.