Immigrazione, vice sindaco Lampedusa: “Siamo in emergenza continua”

“Sull’isola di Lampedusa siamo in emergenza continua: nelle ultime ore abbiamo tratto in salvo altre 200 persone. Il centro di accoglienza che può ospitare fino a 254 persone è arrivato a quota 700”. Lo ha ricordato il vice sindaco dell’isola siciliana, Damiano Sferlazzo, che oggi alla presenza del sindaco di Roma, Ignazio Marino, ha ricevuto in Campidoglio il premio “A life for Faith”, in onore dell’ex direttore di Rai Vaticano, Giuseppe De Carli, scomparso nel 2010, che consiste in una borsa di studio di 20.000 euro per uno studente meritevole lampedusano.


“Se la comunità di Lampedusa oggi riceve degli incoraggiamenti, se riceve la presenza di Papa Francesco sull’isola che ci indica la strada e ci ha testimoniato il fatto che stiamo procedendo verso la direzione giusta, questi sono riconoscimenti che le istituzioni, le associazioni ci sono particolarmente vicine e ci aiutano non solo nell’ambito del fenomeno della migrazione ma ci riconoscono come comunità che ha un impegno sul territorio”, ha proseguito Sferlazzo sottolineando che la popolazione di Lampedusa pretende che l’isola sia “considerato luogo di vita e rinascita” e non “di morte”.
Nel corso della presentazione del premio, istituito dalla Fondazione “A Life for Faith”, il sindaco di Roma, ha ricordato come Giuseppe De Carli, abbia vissuto il periodo della “transizione” della chiesa da papa Paolo II a Giovanni Paolo II che nel suo pontificato ha toccato tutti i continenti del mondo.
“De Carli ha seguito questa straordinario cambiamento, questa modernizzazione anche nella comunicazione della chiesa e della fede, cui fa riferimento proprio il premio di oggi”.
Il vice sindaco di Lampedusa ha portato in regalo al sindaco Marino e al presidente della Fondazione, Giuseppe Benelli, due croci costruite con il legno delle imbarcazione con cui giungono sull’isola siciliana i migranti. (TMNews)