Profughi disinfettati nudi al centro di Lampedusa, sindaco: “Come nei lager”



Decine di migranti in fila nudi, costretti a spogliarsi di fronte a tutti in mezzo al cortile del centro di accoglienza di lampedusa per poi essere spruzzati di disinfettante con una pompa. E’ il contenuto di un filmato schock girato solo due giorni fa dentro al cspa con un telefonino, che il Tg2 mandera’ in onda in esclusiva questa sera nel’edizione delle 20.30. “Siamo trattati come animali”, commenta un ragazzo siriano, autore del filmato intervistato dal Tg2, “uomini e donne subiscono lo stesso trattamento, la stessa umiliazione ogni tre, quattro giorni, per curare la scabbia una malattia che molti di noi hanno preso proprio all’interno del centro”. “Sono immagini che ricordano i lager, che suscitano un forte senso di vergogna e di rabbia a soli due mesi dal naufragio del 3 ottobre che aveva suscitato lacrime e promesse”, commenta il sindaco di lampedusa Giusi Nicolini che ha visto il video shock in anteprima. (Adnkronos)