Lampedusa, Palazzotto (Sel): “Governo riveda piano accoglienza”

“Lampedusa non e’ un caso isolato, il problema riguarda l’intero sistema dei centri per l’immigrazione”. Lo dice il deputato di Sel Erasmo Palazzotto, che ha visitato il centro di prima accoglienza di Lampedusa dove ha svolto una visita ispettiva insieme al suo collega Nicola Fratoianni.


“In condizioni senz’altro peggiori si trova sicuramente il Cara di Mineo dove qualche giorno fa si e’ suicidato un richiedente asilo e dove oggi circa 600 ospiti hanno protestato per le condizioni in cui vivono. Il centro – continua Palazzotto – e’ gestito dalla stessa cooperativa che gestiva il centro di Lampedusa e non capiamo perche’ oggi non si revochi l’appalto a Sisifo anche per la gestione del Cara”. “La verita’ – continua – e’ che il governo non si assume le sue responsabilita’, a dover cambiare non sono solo le cooperative, ma l’intero sistema di assegnazione attraverso gare al ribasso e soprattutto il sistema infrastrutturale, nessuna struttura infatti e’ adeguata ad ospitare esseri umani”. “E’ quello che abbiamo potuto constatare con i nostri occhi a Lampedusa, il centro non dispone di una zona adibita a mensa, i pasti devono essere consumati sui materassi di gomma piuma o al massimo all’aperto. I bagni sono pochi ed in condizioni igienico sanitarie disastrose, gli spazi dell’infermeria non idonei ai trattamenti sanitari necessari che infatti sono effettuati in un box all’aperto nelle condizioni descritte dal video mandato in onda dal Tg2”. “Non mi sento oggi di condannare gli operatori del centro – conclude -, in quelle condizioni non e’ possibile far nulla e spesso si finisce per perdere la cognizione della realta’”. (ANSA)