Legalità, prodotti pizzo-free anche ad Agrigento (FOTO)



Bilancio più che positivo per l’associazione Terranostra contro le mafie che ieri sera ha partecipato all’evento in via Vallicaldi promosso con le associazioniCulturali Labmura, Artificio e NonSoStare.
“Abbiamo raccolto altre firme di consumatori in favore del Consumo critico. Siamo a circa seicento – dichiarano i ragazzi.

“Abbiamo inoltre esposto i prodotti di pasticceria siciliana artigianale pizzo free del Bar Flash Dance di Caccamo (PA) che fa parte del circuito Addiopizzo allo scopo di portare un esempio concreto che denunciare è possibile a imprenditori e commercianti agrigentini e a tutta la cittadinanza. Onestamente temevamo che la gente restasse indifferente invece ha aderito con entusiasmo e questo ci da il là per spingerci oltre e continuare a battere su questo fronte”.


Nel corso della serata l’associazione ha esposto anche uno striscione in sostegno del Pm Di Matteo minacciato pesantemente da Totó Riina negli ultimi giorni e che chiederà al sindaco di esporre al Comune di Agrigento.
Inoltre i ragazzi hanno avuto la possibilità di chiacchierare con S. E. l’ Arcivescovo don Franco Montenegro, sensibile a questi temi, il quale ha firmato per il Consumo critico e si è offerto di farsi fotografare in sostegno dello stesso Di Matteo invitando i ragazzi ad instaurare un rapporto diretto con la comunità ecclesiale.

I commenti sono chiusi