Lampedusa, Renzi incontra sopravvissuti naufragio 3 ottobre



E’ durata poco meno di quattro ore la visita lampo del segretario nazionale del Pd Matteo Renzi a Lampedusa, dopo le polemiche sulle condizioni in cui si trovano i migranti trattenuti nel Centro di prima accoglienza e soccorso di contrada Imbriacola e le immagini choc trasmesse dal Tg2. E proprio con alcuni profughi siriani scampati al naufragio del 3 ottobre scorso, che si trovano ancora all’interno della struttura, si e’ intrattenuto a lungo il segretario del Pd. I migranti, bloccati sull’isola perche’ testimoni nell’inchiesta condotta dalla Procura di Agrigento, hanno chiesto di potere essere trasferiti al piu’ presto e tornare ad essere liberi. Renzi ha assicurato che interessera’ della questione il ministero dell’Interno. Il segretario dei Democratici, che nella sua visita e’ stato accompagnato dal sindaco di Lampedusa Giusi Nicolini e dal responsabile Welfare della sua segreteria Davide Faraone, ha incontrato anche gli operatori del Centro, che hanno difeso il loro lavoro invitando a non fare generalizzazioni, e le forze dell’ordine. Molto serrato e’ stato anche l’incontro con gli abitanti di Lampedusa, avvenuto in Municipio, che hanno esposto al leader del Pd i numerosi problemi dell’isola. Renzi, che ha sottolineato di essere andato a Lampedusa “da semplice cittadino”, non ha voluto rilasciare dichiarazioni ufficiali. (ANSA)