“Aggiungi un posto a tavola” al presepe vivente di Montaperto



Una delegazione di richiedenti protezione internazionale, ospiti dei progetti promossi dall’Associazione Acuarinto, è stata ospite ieri sera dell’organizzazione del Presepe di Montaperto. Nell’ambito dell’ iniziativa “Aggiungi un posto a tavola”, i ragazzi hanno incontrato, nella suggestiva cornice del presepe, la popolazione locale impegnata, nell’occasione, nell’elaborazione di pietanze tipiche della tradizione agrigentina: sfincioni, pizze, pane di casa, minestra e tante altre prelibatezze. Il progetto ospitalità rientra nelle iniziative dell’organizzazione del presepe voluta dal Dott. Nino Amato e dal presidente dell’Acuarinto Donato Notonica.

“E’ stata una serata fantastica, una di quelle occasioni in cui il termine integrazione si riempie di contenuti e non di propositi – dichiara il presidente dell’associazione Acuarinto Donato Notonica- Vedere i ragazzi felici, mangiare, cantare e divertirsi con la popolazione i Montaperto, ospitale e generosa, ha commosso noi operatori, peraltro altrettanto coinvolti. Non possiamo che ringraziare il Dott. Nino Amato, unitamente allo staff che con tanta dedizione si dedica al presepe vivente ed alla popolazione di Montaperto per questa splendida serata”

“Il nostro obiettivo è stato raggiunto: creare integrazione ed ospitalità – dichiara Nino Amato – L’iniziativa ci ha resi entusiasti e sono certo che ripeteremo nei prossimi anni l’evento. Ringrazio tutti i montapertesi e il mio staff che si sono impegnati per la buona riuscita dell’iniziativa”.