Qualità vita, salute: Agrigento in coda alla classifica della “Sapienza”



Pisa riguadagna il primo posto, dopo il secondo dell’anno scorso, seguita da Milano – grazie a un colpo di reni che la fa risalire dall’11/ma piazza in cui era affondata del 2012 – Isernia, Siena e Roma, che con il quinto posto recupera 3 posizioni: questo il quadro delle province italiane prime classificate per la dimensione salute, secondo lo studio realizzato dall’Universita’ La Sapienza sulla qualita’ della vita nel 2013 per il quotidiano Italia Oggi Sette. Secondo la fotografia scattata dall’ateneo romano, la provincia di Pisa si caratterizza per una buona dotazione di personale medico e infermieristico, sia per un’ottima disponibilita’ di posti letto in reparti specialistici. Ma il dato sul quadro nazionale e’ in miglioramento visto che nelle 20 posizioni di testa, nel cui ambito figurano le province con un sistema salute caratterizzato da una buona disponibilita’ di servizi sanitari, figurano (erano in tutto 20 nel 2012) 6 province del nord-ovest – Vercelli e Alessandria per il Piemonte, rispettivamente in 8/a e 18/ma posizione, Aosta, (19/ma), Milano e Pavia (15/ma) in Lombardia, Genova in Liguria (7/ma), 5 del nord-est – Belluno e Rovigo in Veneto in 9/a e 12/ma posizione, Pordenone in Friuli Venezia Giulia (10/ma), Bologna e Ferrara (14/ma e 16/ma) – 4 dell’Italia Centrale – Pisa e Siena (1/ma e 4/a), Ancona e Roma (6/a e 5/a) – e 5 province dell’Italia meridionale e insulare – Isernia e Campobasso in Molise (3/a e 13/ma), Potenza in Basilicata (20/ma) e Messina in Sicilia (17/ma) -. In coda alla classifica troviamo le province del Medio Campidano, precedute da quelle di Oristano, Latina, Agrigento, Olbia-Tempo, Siracusa, Asti, Brindisi, Crtone e Prato.(ANSA)