Discarica Siculiana, tre consiglieri: “Pubblicare dati monitoraggio ambientale”

“In relazione al contratto di sponsorizzazione sottoscritto tra il Comune di Siculiana e la società Catanzaro Costruzioni srl, che gestisce l’impianto per lo smaltimento di rifiuti non pericolosi in contrada Matarana , i consiglieri del gruppo consiliare ‘Un futuro per Siculiana’, pur accogliendo positivamente l’iniziativa, ritengono opportuno fare delle valutazioni sulla destinazione delle somme concesse a titolo di sponsorizzazione”.
Lo scrivono in una nota i consiglieri Enzo Zambito, Valerio Lauricella e Antonino Di Giovanna del gruppo consiliare “Un futuro per Siculiana”.


“I consiglieri prendendo atto del contenuto del contratto di sponsorizzazione, che si pone come obiettivo quello di ‘mettere in atto forme di collaborazione ed intese volte alla migliore salvaguardia ambientale e allo sviluppo di iniziative eco compatibile con il territorio’, coerentemente – si legge nella nota – con le iniziative e le proposte avanzate in sede di Consiglio comunale, ritengono prioritario che le somme concesse a titolo di sponsorizzazione vengano utilizzate per raggiungere il predetto obiettivo, ovvero, per iniziative volte a verificare lo stato dell’ambiente o per iniziative che favoriscano la cultura del rispetto e della tutela dell’ambiente.
Non sfuggirà all’attenzione dell’amministrazione – prosegue la nota – che il Consiglio comunale, da ben due anni ha programmato l’utilizzo di somme da utilizzare specificatamente per la realizzazione di una campagna di monitoraggi ambientali per verificare tutte le tipologie di impianti sensibili presenti nel territorio comunale. Tale indirizzo, votato unanimemente da tutte le forze politiche presenti in Consiglio e che interpreta lo stato di preoccupazione dei siculianesi sul tema salute, non ha trovato purtroppo nessun riscontro concreto.
Facendoci ancora una volta portavoce delle istanze della cittadinanza, nell’ottica del rapporto di collaborazione di questa Amministrazione con il gestore della discarica, chiediamo al sindaco – concludono Zambito, Lauricella e Di Giovanna – di richiedere e rendere pubblici, con cadenza periodica, i dati dei monitoraggi ambientali effettuati sull’impianto”.