Sicilia, Crocetta: “Contratti colf all’Ars? Di cattivo gusto”

“Contratti da colf per i collaboratori dei deputati? Lo trovo di cattivo gusto”. Cosi’ il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, commenta con l’ANSA la scelta di alcuni parlamentari dell’Assemblea regionale di inquadrare collaboratori, arruolati prima dell’entrata in vigore della legge sulla spending review approvata il 18 dicembre scorso, applicando il contratto delle colf, garantendosi cosi’ il contributo almeno fino al 2017. Crocetta aggiunge: “Io avevo assunto un collaboratore con un contratto giusto e ci rimettevo almeno 5mila euro: Ora sono l’unico che ha rinunciato al portaborse”. Per il governatore “sarebbe stato opportuno, come avevo suggerito, che fosse l’Assemblea a gestire direttamente il pagamento dei collaboratori scelti dal deputato, invece si e’ preferita un’altra strada”. (ANSA)