Sicilia, diktat Pd a Crocetta su bilancio e rimpasto: “Stop a Ncd”



Il principale alleato di Rosario Crocetta punta i piedi con la ferma intenzione di correggere la rotta del governatore su bilancio e finanziaria, in via della seduta no-stop di domani, e sul rimpasto ribadendo la scadenza di gennaio. “Avremmo gradito – spiega il segretario regionale del Pd Giuseppe Lupo – una finanziaria con elementi in piu’ per lo sviluppo e il lavoro. Approvata la manovra, bisognera’ lavorare a un provvedimento che abbia queste caratteristiche. Va bene il rigore, ma bisogna far valere i diritti dei lavoratori”.
Il leader del Pd siciliano chiede chiarezza anche sulla vicenda dei forestali: “Nessuno difende privilegi, ma i diritti gia’ maturati e acquisiti. Abbiamo visto posizioni diverse tra gli assessori Lo bello, Bianchi e Cartabellotta, serve una direzione univoca nel governo. Crocetta Intervenga”. C’e’ poi la questione del rimpasto, partita che il Pd vuole chiudere questo mese: “Abbiamo mantenuto fede agli impegni assunti – continua Lupo – dando priorita’ a bilancio e finanziaria. Adesso tocca alla giunta: nessuna smania di poltrone. Il tema e’ rafforzare da un punto di vista politico la giunta. Mai, pero’ – avverte – col Nuovo centrodestra. Mi auguro che Crocetta sia stato frainteso, mi rifiuto di credere che voglia spostare a destra l’asse della giunta di governo. Altro problema sono le riforme, e su quelle vere, di ampio respiro, c’e’ l’esigenza di parlare con tutti, da Ncd al Movimento 5 stelle”. (AGI)