Giornata migrante, vescovo di Agrigento Montenegro in Vaticano



“Non si può ridurre lo sviluppo alla mera crescita economica, conseguita, spesso, senza guardare alle persone più deboli e indifese. Il mondo può migliorare soltanto se (…) si è capaci di passare da una cultura dello scarto ad una cultura dell’incontro e dell’accoglienza. Migranti e rifugiati non sono pedine sullo scacchiere dell’umanità”. Così Papa Francesco nel suo Messaggio per la Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato 2014, in calendario per domenica 19 gennaio, sul tema: “Migranti e rifugiati: verso un mondo migliore”. Per l’occasione il 15 gennaio alle 12 a Roma, presso la sala Marconi della Radio Vaticana (piazza Pia, 3), saranno presentate le iniziative della Chiesa Italiana per la celebrazione della Giornata. Intervengono mons. Francesco Montenegro, arcivescovo di Agrigento e presidente della Commissione episcopale per le migrazioni e della Fondazione Migrantes; mons. Giancarlo Perego, direttore generale della Fondazione Migrantes. Modera l’incontro mons. Domenico Pompili, sottosegretario della Cei e direttore dell’Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali. (9Colonne)