Forza Nuova Sicilia: “Con petrolieri e lobby gay, Crocetta pupo dei poteri forti”



“Sconcertante, è l’unica parola utile a definire quanto sta accadendo in questi giorni all’ARS con l’approvazione della finanziaria”, si legge in una nota diffusa dall’ufficio stampa di Forza Nuova Sicilia che riporta le dichiarazioni di Giuseppe Provenzale, segretario regionale del Movimento guidato da Roberto Fiore.
“Crocetta, complici molti dei parassiti detti “deputati regionali”, di fronte ad una crisi irreversibile che conduce alla fame le famiglie, regala soldi ai petrolieri e dà precedenza alle coppie gay nell’accesso alla prima casa; di male in peggio: Cuffaro e Lombardo sembrano dei giganti a confronto del rivoluzionario di cartone, eletto da una minoranza di siciliani, che sta operando nell’esclusivo interesse delle lobby che evidentemente lo manovrano”.
“Eni, Lukoil, Minardo di Ragusa e altri signori del petrolio ricevono uno sconto del 7% sulle royalties, circa 14 milioni di euro in meno per le casse regionali, e la battaglia per la disgregazione della famiglia ottiene una base legale con il riconoscimento di fatto delle instabili, minoritarie e innaturali “unioni gay”, che non hanno nemmeno un profilo costituzionale”.


“Prepariamo azioni eclatanti – ha concluso Provenzale – contro Crocetta, nemico dei siciliani perché pupo al servizio dei poteri forti, la cui gestione del potere mira ad accreditarne la carriera personale nel solco di precise linee guida che vogliono condurre, in cambio di vantaggi riservati a pochi, alla schiavitù e all’emarginazione della maggioranza; il tutto all’insegna della fame e dell’assenza di ogni forma residua di politiche sociali, nel nome di una stabilità che puzza di morte e di zolfo”.