Sesso online e vacanze con carta clonata, scoperto hacker di Agrigento



Un hacker e’ riuscito a decodificare dalla Sicilia la carta di credito di un’impiegata di Castellarano, nel Reggiano, ‘alleggerendola’ di oltre 400 euro. Soldi utilizzati per sesso virtuale a pagamento e per l’acquisto di un biglietto di una compagnia marittima per un viaggio all’estero. L’estratto conto ha messo in allerta la vittima, che si e’ rivolta ai carabinieri. I militari sono risaliti a un 35enne di Agrigento, denunciato per truffa e indebito utilizzo di carta di credito. (ANSA)

I commenti sono chiusi